Sardine in piazza a Roma: “Faremo la storia al grido di Bella Ciao”

Oggi, sabato 14 dicembre, è il grande giorno del Movimento delle Sardine, che proverà a portare in piazza a Roma decine di migliaia di persone.

Le Sardine proveranno a prendersi Roma
Le Sardine proveranno a prendersi Roma

Oggi, sabato 14 dicembre, è il grande giorno del Movimento delle Sardine, che proverà a portare in piazza a Roma decine di migliaia di persone. La giornata si appresta serena, o almeno serena come può esserlo una giornata di dicembre inoltrato. L’allerta maltempo è comunque stata scampata. Per Stephen Ogongo, tra gli organizzatori delle Sardine di Roma, questo potrebbe essere un ottimo “presagio”, e più gente dovrebbe essere incentivata a uscire di casa. “Sappiamo che tanti verranno, anche da altre città, ma questo è un movimento spontaneo, non lo sapremo fino all’ultimo, fino a quando non ci conteremo in piazza”, ha detto Ogongo all’Adnkronos.

Sardine in piazza a Roma: “Faremo la storia al grido di Bella Ciao”

Il leader delle Sardine romane ha poi spiegato quello che ci aspetta: “Abbiamo deciso di non montare un palco. Ci sarà un tir, con il logo delle Sardine e da lì ci saranno gli interventi. Ci saranno pochissimi interventi perché le piazza delle Sardine sono piazze delle persone, piazze in cui ciascuno è libero di esprimersi. Ci saranno delle letture dal tir-palco”.

Verranno poi letti alcuni “articoli della costituzione. La Costituzione sarà al centro della manifestazione. Perché lì c’è scritto tutto: l’antifascismo, l’antirazzismo, il rispetto della dignità della persona umana. E’ un documento che a leggerlo commuove e che se fosse applicato da chi ha la possibilità di applicarlo renderebbe migliore la nostra società”.

Poche sorprese per la colonna sonora, che sarà ovviamente Bella Ciao: “Ma questa non è una manifestazione classica con la scaletta da rispettare. E’ una festa e a una festa si balla e si canta e ognuno può intonare la canzone che vuole”. Ogongo non sembra infine preoccupato per la possibile presenza di CasaPound: “Non credo che verranno. Non credo che un fascista vada a una manifestazione antifascista dove si canta Bella Ciao… E comunque da parte mia non c’è stato nessuno invito a Casapound. Piuttosto una sfida a riconoscere i valori della nostra manifestazione”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.