Sindaco di Scalea arrestato per assentesimo

Il sindaco di Scalea Gennaro Licursi è stato arrestato per assentesimo dal suo lavoro all'Asp, dove veniva coperto dai colleghi

Sindaco di Scalea arrestato

La Guardia di Finanza ha arrestato il sindaco si Scalea per assenteismo. Un “furbetto del cartellino” di alto rango, che pare timbrasse il cartellino per poi sparire invece che stare in ufficio. E veniva coperto dai colleghi dell’Asp dove lavorava.

Arrestato il sindaco di Scalea

Per la Procura, che ha aperto un’inchiesta a suo carico, il sindaco Gennaro Licursi era ben organizzato e seriale, nelle sue assenze dal lavoro. Ma questo gli è costato gli arresti domiciliari e la sospensione dall’esercizio di pubblico servizio.

A farlo finire nei guai è stata la sua gestione del lavoro presso l’Asp, dove la Guardia di Finanza ha scoperto che il sindaco poteva “vantare” il record di ore di assenza. 650 ore in totale di assenze ingiustificate dall’ufficio. Tutte ore che sono state alla base dell’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato e falsa attestazione di presenza in servizio. Secondo le indagini svolte, il sindaco “furbetto” timbrava il cartellino e appariva sempre presente negli uffici Asp. Ma in realtà si volatilizzava con grande facilità.

E un pizzico di inventiva, visto che, sostengono gli inquirenti, mimetizzava le sue assenze con “missioni” in altri uffici della provincia per conto dell’Asp. Tre colleghi di Cosenza, Amantea e Scalea coprivano le sue assenze certificando che le missioni si erano davvero svolte. E anche i tre colleghi in combutta, ora sono stati sospesi dal servizio.

Le indagini

Fondametali per le indagini sono state le immagini delle telecamere “all’interno degli uffici del Distretto sanitario del Tirreno di Scalea, analisi dei tabulati telefonici e monitoraggio con sistema gps”, spiega un comunicato. Il sindaco è stato anche pedinato, e i risultati incrociati con quelli della macchina marcatempo. “Il quadro che ne è emerso ha fatto rilevare la marcata disinvoltura con la quale gli indagati hanno agito e resa necessaria l’emanazione del provvedimento cautelare eseguito oggi”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.