Terremoto in Toscana: registrate oltre 90 scosse

Alcuni Comuni hanno inteso chiudere le scuole per i controlli di sicurezza in seguito al terremoto che ha colpito la Toscana: continua lo sciame sismico.

Terremoto in Toscana
Terremoto in Toscana

Uno sciame sismico sta interessando la Toscana, precisamente la zona del Mugello: la scossa di terremoto più forte è stata di magnitudo 4.5. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha diffuso i dettagli degli eventi tellurici accaduti in Toscana. Le altre, di intensità minore, oscillano tra i 2 e i 3.2 magnitudo. Sono in corso le verifiche del caso. Scuole chiuse in diverse cittadine toscane. La circolazione ferroviaria, all’altezza di Firenze, è rimasta bloccata per consentire le opportune verifiche sulle linee. Tuttavia la circolazione sta tornando lentamente alla normalità. Sono però segnalati ritardi e cancellazioni.

Da questa notte si sono susseguite più di 90 scosse di assestamento, ma non è da escludersi che lo sciame sismico possa proseguire anche per settimane. La faglia interessata è un segmento di quella del terremoto che colpì il Mugello nel 1919.

Terremoto in Toscana, le zone più vicine

La profondità della scossa più forte è stata di nove chilometri. Scarperia e San Pietro e Barberino del Mugello sono le città più vicine dove si è percepito con maggiore intensità il terremoto in Toscana. Ed è qui che è stato registrato l’epicentro della scossa di terremoto avvertita dalla popolazione con maggiore intensità. Senza dimenticare Borgo San Lorenzo, Vaglia, Vicchio, Vernio, Firenzuola, Vaiano, Cantagallo e Calenzano. Tantissime persone hanno lasciato le proprie abitazioni per rifugiarsi nelle rispettive vetture a causa della pioggia. La scossa è stata rilevata anche a Firenze, Prato, Scandicci e Pistoia oltre che in varie zone della Toscana.

Il commento del primo cittadino di Scarperia e San Piero

Federico Ignesti ha tranquillizzato i propri concittadini su eventuali danni. «La scossa di magnitudo 4.5 – ha dichiarato – ha fatto veramente paura. Non ci risultano danni dai primi sopralluoghi. Nel frattempo abbiamo attivato il Centro operativo intercomunale della Protezione Civile». Scuole chiuse a Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo e Vicchio. Previsto un lavoro di squadra che avrà come sede principale la sala della Protezione Civile e la Prefettura di Firenze.

Le parole di quello di Vicchio

Filippo Carlà Rampa, Sindaco di Vicchio, è stato contattato durante il giornale di Radio Rai. «La scossa è stata lunga, soprattutto la prima, e sono caduti oggetti in un supermercato. Al momento non vi sono danni a persone o cose. Le notizie – dichiara Rampa – arrivano in modo frammentario e quindi c’è bisogno di attendere».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.