Foggia, migranti bloccano Centro commerciale GrandApulia: scontri con polizia

La protesta nasce dalla richiesta di migliori condizioni di vita per i lavoratori in campagna

Foto Gazzetta del Mezzogiorno

Momenti di tensione a Incoronata, nel foggiano, dove dei migranti bloccano centro commerciale GrandApulia ostruendo le vie d’accesso al grande magazzino. A sostenere la rivolta l’associazione “Campagne in lotta” – che si attiva per salvaguardare le condizioni di lavoro.

Necessario, sul posto, l’intervento della polizia in tenuta anti-sommossa che ha effettuato alcune cariche con lancio di lacrimogeni. Non sono mancati, in risposta, lanci di pietre e bottiglie all’indirizzo degli agenti. Negli scontri, nessuno è rimasto ferito. Durante le azioni di protesta, sia gli automobilisti in transito che gli utenti del centro commerciale sono rimasti bloccati per oltre un’ora, rispettivamente in strada e all’interno della struttura. 

I migranti bloccano il centro commerciale per rivendicare migliori condizioni di vita

Case, documenti e migliori condizioni di lavoro sono al centro delle rivendicazioni dei migranti. «Oggi, 6 dicembre 2019, apriamo la stagione natalizia ricordandovi che cosa succede nelle campagne italiane. Oggi blocchiamo”, spiegano da ‘Campagne in lotta’. “Lo facciamo contemporaneamente dalla provincia di Foggia alla piana di Gioia Tauro, due dei territori dove molti di noi lavoratori e lavoratrici delle campagne vivono, e dove troppi di noi sono morti in questi anni a causa della violenza di leggi che ci vogliono segregati, poveri e in silenzio».

Rilasciato migrante arrestato

È stato rilasciato poco fa il giovane migrante fermato stamattina durante una sassaiola contro la polizia da parte di alcuni braccianti stranieri che hanno manifestato nella zona industriale di Foggia per rivendicare «condizioni di vita più dignitose». Durante il lancio di pietre, al quale la polizia ha risposto con i lacrimogeni, sono rimasti feriti lievemente due agenti.
Dopo essere stato bloccato dalla polizia, il migrante africano era stato portato in Questura dove i suoi connazionali si erano trasferiti per chiedere la liberazione del giovane che è stato denunciato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.
Dopo aver liberato una strada vicina alla Questura che avevano inizialmente bloccato, i migranti stanno lasciando la zona.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.