Crea profilo fake di un amico: legato e picchiato

Si è trasformata in un episodio di cronaca una storia nata su Instagram.

Instagram non va oggi
Instagram non va oggi

Si è trasformata in un episodio di cronaca una storia nata su Instagram. Un trentunnene che ha creato un falso profilo con la foto di un amico con una parrucca femminile in testa è stato legato e picchiato dall’uomo in questione e de altri due giovani.

L’accaduto dopo il profilo fake

Il creatore del profilo fake è stato portato in aperta campagna sotto la minaccia di una pistola. Lì è stato legato ad un albero e colpito con calci e pugni. Il ragazzo abbandonato sul posto senza più le chiavi della macchina è stato costretto a chiedere l’aiuto di un passante per tornare a casa. I tre di San Cipriano d’Aversa (Caserta) sono accusati di sequestro di persona, rapina, lesioni personali aggravate ed anche minaccia aggravata. Sono stati arrestati dai carabinieri di Casal di Principe (Caserta) al termine di un’indagine della Procura della Repubblica di Napoli Nord (Caserta).

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.