Torino, trovato ordigno da 227 chili. Evacuata la zona

Una bomba di 227 chili è riaffiorata in Via Nizza a Torino, a seguito di scavi di manutenzione. La Prefettura ha disposto una zona rossa di 200-300 metri, evacuando le persone nell'area

Torino, trovato ordigno da 227 chili
Torino, trovato ordigno da 227 chili

Una zona rossa dal raggio di 200-300 metri. Attorno ad essa, una zona gialla soggetta a prescrizioni e limitazioni. Queste sono le misure indette dalla Prefettura di Torino per gestire l’emergenza bomba. Durante gli scavi per la posa delle condotte del teleriscaldamento in Via Nizza, infatti, è stato trovato un ordigno da 227 chili. Gli artificieri l’hanno subito messa in sicurezza, ma ora si passa alla fase di disinnesco.

Trovato ordigno da 227 chili, duemila persone evacuate

Durante degli scavi di manutenzione in Via Nizza a Torino, è stato ritrovato un ordigno d’aereo di fabbricazione inglese da circa 227 chili, di cui 130 di Tnt. La bomba si trova ad appena 7 metri dalla metropolitana che scorre sotto via Nizza, e a poco più di 150 metri dalla stazione di Porta Nuova. Gli artificieri sono intervenuti immediatamente per mettere l’ordigno in sicurezza. Ora, tutti impegnati nel piano di disinnesco. Gli enti coinvolti nell’operazione comprendono gli artificieri del 32° Reggimento genio guastatori della Taurinense, il Comune, le forze dell’ordine, i rappresentanti delle aziende dei trasporti pubblici.

Sulla base di precedenti operazioni di bonifica, la zona rossa potrebbe comportare l’evacuazione di oltre 2500 persone. Per quanto riguarda la zona gialla, invece, non ci sarà l’obbligo di evacuazione ma nessuno dovrà stazionare in strada al momento della detonazione. Una volta stabilito il procedimento, gli enti coinvolti dovranno scegliere una data. “Le direttive militari impongono per casi di questo genere di ridurre al minimo i disagi da arrecare alla popolazione”, spiegano dalla Prefettura. “Stiamo cercando il giorno migliore per agire”, ribadiscono gli enti interessati. È altamente improbabile che la data prescelta possa essere la prossima domenica, “a meno che non ci sia un colpo di reni di tutto l’apparato messo in campo”, concludono dalla Prefettura.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.