Ex Ilva, ArcelorMittal comunica spegnimento altiforni: incontro azienda-sindacati

Il gruppo ArcelorMittal, in merito alla questione dell’ex Ilva, ha comunicato lo spegnimento dei forni: previsto incontro con i sindacati al Mise.

Ex Ilva, la nota di ArcelorMittal
Ex Ilva (foto AdnKronos)

Il gruppo franco-indiano ArcelorMittal, in base a quanto già comunicato il 5 novembre 2019, ha diramato una nota sullo spegnimento degli altiforni dell’ex Ilva. Il 13 dicembre sarà la volta dell’Afo 2, a fine dicembre l’Afo 4 e il 15 gennaio 2020 l’Afo 1 (il più grande d’Europa). La nota è stata inviata ai sindacati. Nel frattempo, però, il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato l’azienda e i sindacati per aprire un tavolo di confronto.

Tanti i nodi da sciogliere

L’intenzione è quella di trovare una soluzione al problema. Dallo scudo penale agli esuberi stimati in 5mila unità: sono tanti i problemi dell’ex Ilva. Insieme ai sindacati di Cgil, Cisl e Uil dovrebbe esserci, come previsto dalla legge, anche l’ad Lucia Morselli in qualità di rappresentante della ArcelorMittal. Sempre secondo l’Ansa i dipendenti avrebbero lamentato il mancato pagamento, per intero, dell’ultimo stipendio. Dall’azienda avrebbero comunque comunicato di risolvere il tutto entro la fine del mese.

Ex Ilva, la posizione del Governo

I vertici di Palazzo Chigi hanno ribadito nuovamente che ArcelorMittal non ha il diritto di spegnere gli altiforni e minaccia richieste per risarcimenti miliardari. Ecco il commento dei sindacati mediante la voce di Rocco Palombella che ha rilasciato alcune dichiarazioni all’Ansa: «ArcelorMittal non può fermare gli impianti perchè sono proprietà dello Stato (in realtà fanno ancora capo all’Amministrazione Straordinaria cioè ai creditori dell’ex Ilva)».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.