200 insulti razziali al giorno alla Segre? Una bugia, ecco cosa c’è dietro

La senatrice a vita Liliana Segre non ha mai subito 200 insulti razziali e/o minacce al giorno come dichiarato apertamente da Repubblica.

Liliana Segre candidata al premio Nobel per la Pace
Liliana Segre candidata al premio Nobel per la Pace

La senatrice a vita Liliana Segre non ha mai subito 200 insulti razziali e/o minacce al giorno come dichiarato apertamente da Repubblica. La verità sarebbe ben diversa. La Segre, infatti, come tutti sono stati costretti ad ammettere in queste ore (compreso Mentana) avrebbe subito appena 197 insulti, ma all’anno. Certo, 197 insulti e minacce sono comunque sopra al massimo che siamo disposti a tollerare, cioè zero. Però sono ancora più lontani dai 200 al giorno, come qualcuno ha voluto dire.

200 insulti razziali al giorno alla Segre? Una bugia, ecco cosa c’è dietro

In ogni caso, chi ha voluto utilizzare la povera (e incolpevole) senatrice, ha ormai raggiunto il suo obbiettivo: la Commissione contro l’odio sui social è diventata realtà. Alcuni già tuonano: “La Sinistra che non ha argomenti si inventa il ritorno di un nemico (il fascismo) per ottenere consensi e il pretesto per attaccare le destre”. Una frase forte, il cui concetto, anche se con parole diverse, sta rimbalzando su molte pagine Web e su molti giornali.

Inoltre, come riporta Il Giornale, i 200 attacchi al giorno, non solo erano all’anno, ma non erano nemmeno rivolti direttamente alla Segre, ma agli ebrei in generale. Di più: molti avevano “la firma” di persone di Sinistra. Un buco nell’acqua totale, dunque, quello fatto da alcuni politici e alcuni giornali, che volevano strumentalizzare la povera senatrice (che adesso, insultata veramente, ha avuto bisogno di una scorta). D’altra parte, il sentore che tutto fosse stato messo in piedi, architettato, era già venuto nelle scorse settimane a molti. Infatti, come poteva Liliana Segre aver ricevuto 200 insulti al giorno sui social, lei che i social non ce li ha?

A confermare i numeri, comunque, non è stato qualche giornale di destra o sovranista, ma lo stesso Osservatorio antisemitismo della Fondazione CDEC. In pratica, chi ha sostenuto la bufala dei 200 insulti, è stato smentito proprio dall’unica fonte che avrebbe dovuto consultare.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.