Rapina a Roma, ladro ucciso dal colpo di pistola del complice

Le immagini di videosorveglianza avrebbero documentato quanto accaduto durante la rapina a Roma nel bar "Caffè Europeo" sito a Cinecittà.

Rapina a Roma, le novità
Rapina a Roma, le novità (foto AdnKronos)

Una rapina, avvenuta a Roma lo scorso 5 novembre, è stata causa della morte del rapinatore Ennio Proietti. Il colpo fatale sarebbe stato esploso dal complice dell’uomo della rapina al “Caffè Europeo” sito nel quartiere Cinecittà. Le immagini di videosorveglianza, interne all’esercizio commerciale, avrebbero documentato quanto avvenuto. I colpi esplosi sono tre: due di essi hanno colpito Proietti e il proprietario del bar. Il terzo, invece, non ha centrato nessuno dei presenti.

Rapina a Roma, si continua a indagare

Le accuse, dopo la convalida dell’arresto, sono di omicidio, tentato omicidio e rapina aggravata. I due, conosciuti lo scorso mese di agosto, avevano puntato a un bottino di 25mila euro. Il rapporto tra i due si era consolidato con la seguente decisione di dare vita a un colpo insieme.

Secondo la ricostruzione di Antonelli vi sarebbe stato un sopralluogo prima di entrare in azione. Il piano, stando al racconto di Antonelli discusso con i magistrati, avrebbe previsto Proietti nel ruolo di copertura. I due, però, non avevano previsto la reazione da parte del tabaccaio.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.