Evo Morales si dimette ma per lui scatta l’arresto

Scatta l'arresto per Evo Morales, dopo aver annunciato le sue dimissioni nella serata del 10 novembre a seguito delle proteste in Bolivia.

Voto in Bolivia, Evo Morales
Voto in Bolivia, Evo Morales

Il Presidente boliviano Evo Morales ha annunciato le sue dimissioni nella serata del 10 novembre, dopo aver perso il sostegno della polizia. Ma per lui è scattato anche un mandato d’arresto, e ora le autorità lo stanno cercando nel dipartimento di Cochabamba.

Le dimissioni di Morales

Il Ministro degli Esteri del Messico, intanto ha offerto asilo politico a Morales. E la situazione in Bolivia, intanto, si aggrava. La polizia infatti ha arrestato anche Maria Eugenia Choque e Antonio Costas, ex presidente e l’ex vicepresidente del Tribunale Supremo Elettorale. Sono infatti accusati di brogli elettorali alle presidenziali che si sono svolte il 20 ottobre. A loro carico è stata aperta un’inchiesta per falsificazione di documenti. Del resto era stata l’Osa a denunciare le irregolarità, chiedendo che il voto venisse ripetuto dopo la rielezione di Morales. Da allora in Bolivia si erano scatenate le proteste che hanno portato alle dimissioni del presidente. Il quale, dando l’annuncio, aveva detto di avere l’obbligo di “operare per la pace”.

Morales aveva poi detto che una volta ritiratosi dalla politca avrebbe vissuto nella zona di Cochabamba, dove ha iniziato la sua carriera politica, e dove ora lo stanno cercando. L’ormai ex Presidente ha sottolineato di non aver “rubato nulla”. “Il mio peccato è essere indigeno e dirigente sindacale”, ha detto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.