Terremoto tra Lazio e Abruzzo: continua lo sciame sisimico

La provincia di L'Aquila, insieme a quella di Frosinone, sono state al centro di un forte sciame sisimico tra Lazio e Abruzzo

Terremoto in provincia di L'Aquila e Frosinone
Terremoto in provincia di L'Aquila e Frosinone (foto Ingv)

Una forte scossa di terremoto ha colpito la parte centrale d’Italia, in particolare la provincia dell’Aquila. La scossa registrata, dai primi dati, oscilla tra una magnitudo di 4.4 e una di 4.9. L’evento tellurico è stato registrato alle 18,35 di giovedì 7 novembre 2019. L’epicentro è a 5 chilometri a Sud-est di Balsorano, in provincia di L’Aquila. La profondità è stata di 14 chilometri. La scossa è stata avvertita anche dagli abitanti di alcuni paesi della provincia di Frosinone.

Scossa di terremoto in provincia dell’Aquila e Frosinone, la situazione

I paesi nel raggio di dieci chilometri, che fanno parte della provincia di Frosinone, sono: Pescosolido, Sora, Campoli Appennino e Broccostella. Quelli abruzzesi, invece, sono San Vincenzo Valle Roveto e Villavallelonga. Circa 70 i chilometri di distanza da L’Aquila. La magnitudo è stata diffusa dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il sisma è stato avvertito, in maniera minore, anche in provincia di Caserta, Roma e ad Amatrice. Le persone sono scese in strada: non si segnalano al momento danni a persone o cose. La rilevazione precisa, in riferimento alla magnitudo registrata, è stata di 4.4.

Nuove scosse nella notte

Nella notte si sono poi avvertite altre scosse che hanno fatto tornare la paura al confine tra Lazio e Abruzzo. La più forte, con lo stesso epicentro del sisma delle 18.35, si è registratta alle 00.19, con una magnitudo di 3.5. Prima, in sequenza ravvicinata, due scosse, di magnitudo 2.6 e 2.4 avevano fatto tremare la terra alle 22.39 e alle 22.40, generatesi ad una profondità tra gli 11 e i 14 metri.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.