Foggia, bimbo epilettico picchiato: allontanati papà e zia

Il 13enne lasciato in balia di sé stesso e con delle fratture non curate

maltrattamenti sui bambini

La polizia di Foggia ha applicato un’ordinanza di divieto di avvicinamento nei confronti di due fratelli macedoni – un uomo, padre del bambino, e una donna, la zia – ritenuti gli autori di maltrattamenti su un bambino epilettico(figlio del 31enne).

Il ragazzo, 13 anni, è stato per mesi di violenze psicologiche e fisiche – per mesi era stato lasciato nel totale abbandono, denutrito, non lavato e senza l’apporto dei farmaci per la sua patologia – ma il culmine è arrivato quando il padre, con l’aiuto di un paletto metallico, ha aggredito il figlio procurandogli le fratture di avambraccio destro e rotula sinistra non curandogliene per mesi.

Ora i due sono stati allontanati e il piccolo è stato affidato ai servizi sociali.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.