Rave party a Livorno all’ex Trw: trovato il cadavere di una giovane donna

E' stato trovato il cadavere di una giovane donna all'indomani del rave party a Livorno all'ex Trw. Le indagini sono partite immediatamente

Il business delle sale da gioco in mano ai clan: 36 arresti
Il business delle sale da gioco in mano ai clan: 36 arresti (foto repertorio)

Dopo il rave party a Livorno all’ex Trw, tenutosi lo scorso weekend nell’ex stabilimento indistriale, è stato ritrovato il cadavere di una giovane donna. Il ritrovamento è avvenuto questa mattina, e sul posto è intervenuta la polizia insieme ai sanitari del 118. Che però hanno solo potuto constatare il decesso.

La donna sarebbe nata a Roma ma residente a Vecchiano (Pisa). Ora si dovrà capire se la giovane sia morta nel luogo in cui è stato trovato il suo cadavere. Per stabilire le cause e la data del decesso sarà effettuata l’autopsia.

Il rave party a Livorno

Il rave party a Livorno ha avuto inizio nelle prime ore della mattina del 1 novembre. Centinaia di giovani si sono introdotti nei capannoni industriali dismessi dell’azienda. L’evento non era autorizzato, e sono scattati i controlli delle forze dell’ordine, che sono proseguito fino alle 22 del 3 novembre, quando è terminato il rave. La polizia ha denunciato in tutto 5 persone per aver organizzato l’evento.

L’intervento dell’Amministrazione

L’amministrazione comunale di Livorno aveva già espresso preoccupazione per il rave organizzato nell’ex stabilimento Trw nel ponte de 1 novembre. Già nella mattina di venerdì, alcune persone avevano aggredito e minacciato un giornalista che era arrivato sul posto per documentare i preparativi del rave. Il sindaco di Livorno,Luca Salvetti aveva cercato di intervenire. Aveva infatti chiesto di riunire con urgenza il comitato per l’ordine pubblico e convocando anche la proprietà dello stabilimento.

“Ancora una volta un sito privato dismesso viene utilizzato, senza autorizzazione, per un iniziativa che sembra destinata ad accogliere centinaia di giovani e, si presume, anche, senza le dovute misure di sicurezza”, aveva detto il sindaco. “Al di là di ogni valutazione dal punto di vista sociale e delle politiche giovanili, si tratta di una questione molto seria dal punto di vista dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini coinvolti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.