Luca Sacchi ucciso a Roma, ecco chi sono gli assassini

Alla fine gli assassini di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma qualche giorno fa, sono stati presi: si tratta di due 21enni di San Basilio.

Ragazzo ucciso a Roma, (foto AdnKronos)
Ragazzo ucciso a Roma, (foto AdnKronos)

Alla fine gli assassini di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma qualche giorno fa, sono stati presi: si tratta di due 21enni di San Basilio: Valerio Del Grosso e Paolo Pirino. Come riporta Il Giornale, la procura di Roma gli ha notificato un provvedimento di fermo per concorso in omicidio e rapina.

Non si è fatto attendere il commento degli investigatori: “E’ stata un’indagine lampo”. I due assassini sono stati rintracciatati infatti poco dopo la tragedia. A differenza di quanto riportato a poche ore dall’omicidio di Luca Sacchi, la vicenda sarebbe scaturita da uno scambio di droga andato a male. Anastasia, la fidanzata del giovane, tuttavia, ha negato con fermezza questa ipotesi: “La droga non c’entra”.

Luca Sacchi ucciso a Roma

Il ragazzo, assieme alla fidanzata Anastasia, si sarebbe rivolto a Pirino e Del Grosso per ottenere una partita di droga. Tuttavia, i due assassini, appena ottenuti i soldi, sarebbero tornati in macchina per prendere le armi con le quali hanno rapinato la coppia. Sacchi però ha reagito, soprattutto per difendere la sua fidanzata. Uno dei due assassini, dunque, forse Del Grosso, ha sparato. Luca è morto qualche ora dopo in ospedale.

I sospettati sono stati fermati intorno alla 2.00 di questa mattina, venerdì 25 ottobre. Stando alle prime, confuse notizie uno dei due sarebbe stato denunciato dai suoi stessi genitori. L’altro, al contrario, dovrebbe essere stato trovato da carabinieri e polizia in un appartamento. Per entrambi si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli. Devono rispondere dell’accusa di concorso in omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi.

Noti alle forze dell’ordine

Come riporta l’Adnkronos, Pirino e Del Grosso sono entrambi noti alle forze dell’ordine. Uno avrebbe precedenti per droga, l’altro per rissa. Gli inquirenti hanno sequestrato la macchina usata per la fuga, una Smart bianca, come hanno sequestrato lo zainetto rubato ad Anastasia. Si cerca ancora la pistola usata per uccidere il giovane Luca Sacchi.


Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.