Rapina a Roma, difende la fidanzata e gli sparano: morto il 25enne

Una rapina a Roma si è trasformato in tragedia. Due malviventi hanno sparato alla testa ad un giovane che stava difendendo la fidanzata: il ragazzo è morto.

Aggressione a Milano
Aggressione a Milano

Si è verificata nella serata del 23 ottobre una rapina a Roma, che ha sfiorato la tragedia. Due rapinatori si sono avvicinati ad una coppia di ragazzi che stava passeggiando vicino al parco della Caffarella, tra via Mommsen e via Bartoloni. La violenta aggressione è avvenuta poco distante da un pub, il John Cabot, tra via Teodoro Mommsen e via Bartoloni. Il locale a quell’ora era aperto e affollato: l’allarme sarebbe stato lanciato proprio da lì. Un bossolo è stato ritrovato anche dentro il pub. Da comprendere la dinamica dell’omicidio.

Rapina a Roma, morto il ragazzo ferito

I due malviventi, secondo una prima ricostruzione, avrebbero colpito alla nuca la giovane, un’ucraina di 24 anni, e avrebbero cercato di strapparle lo zaino. Ma il ragazzo che era con lei, a quel punto, avrebbe reagito, e uno dei due rapinatori a quel punto gli avrebbe sparato, ferendolo alla testa. Ora indagano i carabinieri, che stanno cercando di rintracciare i due rapinatori, che si sono dati alla fuga dopo il fatto.

Il giovane era intervenuto per difendere la fidanzata dall’aggressione del rapinatore. Il ladro, però, ha estratto la pistola sparandogli un colpo alla testa. Il dramma è avvenuto nella tarda serata di mercoledì 23 ottobre intorno alle 23,30. La vittima, Luca Sacchi, lavorava come personal trainer e aveva 25 anni. La fidanzata, Anastasia Kylemnyk, fa la babysitter.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.