Mafia Capitale, felice la moglie di Carminati: “Lo riporto a casa”

Alessia Marini, moglie di Carminati, piange e ringrazia l’avvocato: "Ho fatto la scelta giusta, mi riporto mio marito a casa"

Mafia-capitale-moglie-di-Carminati
Parla la moglie di Carminati dopo la sentenza (Foto: Carabinieri)

È scoppiato il caos mediatico sulla sentenza della Cassazione nel processo al Mondo di Mezzo. La corte infatti ha stabilito che il “concorso esterno” nell’associazione mafiosa, verrà cambiato in “partecipazione”, annullando così la condanna del 416 bis. Una decisione su Mafia Capitale che ha fatto gioire la moglie di Carminati, in carcere dal suo arresto nel 2014.

“Non era mafia”: la reazione della moglie di Carminati

È caduta la mafia“. “Sicuro, siamo sicuri?“. Sono attimi molto intensi quelli della lettura della sentenza. Secondo quanto riporta Il Messaggero, la moglie di Carminati Alessia Marini in quel momento avrebbe chiesto più volte conferma all’avvocato del marito, Cesare Placanica, la conferma che la condanna per mafia sia caduta. Rassicurata che il 416 bis non c’è più, la donna sarebbe scoppiata in lacrime. “Le posso dare un bacio?“, avrebbe chiesto al legale. “Grazie, avvocato, grazie. L’avevamo capito dopo che aveva parlato, dopo la sua arringa. L’avevamo capito noi e non poteva non capirlo la Corte“, dice.

Una volta uscita dall’aula, la donna ha parlato ai giornalisti della mossa di sostituire lo storico avvocato di suo marito, Bruno Naso, con il nuovo avvocato che li ha seguiti nel processo di Mafia Capitale. “Ho fatto la scelta giusta“, ha ribadito sicura. “Ho fatto la scelta giusta, mi riporto mio marito a casa“. Anche la compagna del partner di Carminati, Salvatore Buzzi, ha esultato alla lettura della sentenza. “Sono felice perché è stata riconosciuta una cosa che era chiara“, avrebbe spiegato parlando al telefono con l’avvocato che ha difeso lei e il marito, Alessandro Diddi.

Mafia Capitale: bagarre fuori dall’Aula

Tra le persone che esultano e si commuovono per la sentenza del processo di Mafia Capitale, oltre alla moglie di Carminati, c’è anche Sergio, il fratello del ’Nero’. “Finora è stata commessa un’ingiustizia tremenda – ha dichiarato. – Anche da voi giornalisti. Vediamo se adesso lo scrivete. È andata come era giusto che andasse“.

Fuori dall’Aula però non sono mancate le scenate. Secondo il quotidiani infatti, quando lo sguardo dell’ex avvocato Bruno Naso si è incontrato con quello del fratello Sergio, il legale si sarebbe messo a urlare: Siete una famiglia di cialtroni, siete cialtroni. Tu e tuo fratello che sta in carcere“. Ma Sergio Carminati non avrebbe reagito alla provocazione, preferendo tirare dritto anche davanti alle telecamere: “Finalmente giustizia è fatta“, ha ripetuto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.