Nubifragio a Milano, allagamenti in città: controlli su Lambro e Seveso

Un grave nubifragio ha colpito la città di Milano e le zone limitrofe. Il capoluogo meneghino è stato teatro di una fitta ondata di maltempo.

Milano è stata colpita da un profondo naufragio. I Vigili del Fuoco hanno compiuto diversi interventi. Sono vari gli allagamenti per strage e sottopassi nonché piazze e cantine. Le zone di Istria e Zara sono sotto la lente d’ingrandimento: controlli sul Seveso e sul Lambro per innalzamento del livello.

Nubifragio a Milano, il bollettino

La circolazione della metropolitana verde, direzione Gessate, è stata bloccata causa maltempo. La situazione è ripartita alle 9,30. Il bollettino, emesso da Arpa Lombardia, parla di profonde precipitazioni: da martedì 22 ottobre è previsto un progressivo miglioramento. Diverse scuole sono state chiuse a causa del maltempo. Chiuso l’istituto di infanzia “Adriano” (4 sezioni), la scuola di infanzia “Fortis” (5 sezioni) nel Municipio 2, la scuola di infanzia “Cesari” (7 sezioni) nel Municipio 9 e la scuola di infanzia “Meleri” (5 sezioni) nel Municipio 4. A questi bisogna aggiungere la scuola di infanzia “Parenzo” (5 sezioni) nel Municipio 6 e due sezioni su cinque anche nella scuola dell’Infanzia “Anemoni” nel Municipio 6.

La situazione

«Stiamo indagando le cause delle singole situazioni, tenendo conto che in caso di piogge intense come quelle di questa notte, con volumi d’acqua importanti in tempi ristretti, può succedere che le gronde e i pluviali non riescano a far defluire correttamente tutta l’acqua – ha dichiarato l’assessore all’Educazione con delega all’Edilizia scolastica, Laura Galimberti –. Interverremo il prima possibile, sia attraverso le imprese sia con i nostri tecnici, per ripristinare anche le condizioni interne. Dobbiamo permettere ai bambini di rientrare al più presto».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.