Richard Huckle ucciso in carcere, il pedofilo aveva violentato 200 bambini

Richard Huckle, il più famigerato pedofilo della storia della Gran Bretagna, è stato ucciso a coltellate in un carcere inglese dello Yorkshire.

Richard Huckle, il più famigerato pedofilo della storia della Gran Bretagna, è stato ucciso a coltellate in un carcere inglese dello Yorkshire. L’uomo, a soli 33 anni, è stato accusato di aver abusato di circa 200 bambini, che avevano dai 6 mesi ai 12 anni. Nel 2016 fu condannato a 22 ergastoli. L’uomo avrebbe commesso la maggior parte dei crimini in Malaysia. Huckle si era finto infatti per lungo tempo un missionario protestante e un insegnate.

Richard Huckle ucciso in carcere

All’inizio Richard Huckle era stato indagato dalla polizia australiana e solo in un secondo momento dagli investigatori britannici. Alla fine è stato riconosciuto colpevole di 71 stupri e abusi. Secondo il Guardian, sarebbe stato trovato poi un diario in cui Huckle si sarebbe assegnato punti per ogni violenza perpetrata. In quelle pagine i bambini citati erano ben 191. Gli investigatori avevano dichiarato infatti che “teneva diligentemente conto dei nomi in un quaderno, scrivendo nel dettaglio cosa aveva fatto a ognuno di loro, e poi condivideva il materiale anche in rete”.

Prima di pronunciare la sentenza, il giudice Peter Rook QC aveva detto all’imputato: “Il tuo comportamento offensivo si è radicato nella tua vita di tutti i giorni. La tua vita ruotava attorno alle tue attività sessuali con i bambini piccoli. Non conosci limiti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.