Va ai domiciliari per omicidio e sponsorizza prodotti sui social

Lo ha denunciato Olimpia Cacace, madre di Alessandra Madonna, la ballerina uccisa dal fidanzato nel 2017: "L'assassino è a casa e sponsorizza prodotti sui social"

Alessandra Madonna
Alessandra Madonna

Olimpia Cacace, madre di Alessandra Madonna, la giovane ballerina uccisa dal fidanzato nel 2017, ha denunciato quella che per lei è una gravissima ingiustizia. L’assassino di sua figlia infatti sarebbe “ai domiciliari, ma sponsorizza prodotti sui social”. E ancora: “Vive come se fosse libero. E da casa pubblicizza, presumibilmente vende anche, prodotti sui social”. La donna, a il Mattino, ha dichiarato che Giuseppe Varriale, ex fidanzato di sua figlia, vende prodotti al dettaglio sui social.

Sponsorizza prodotti sui social dai domiciliari

A quanto dichiarato dalla donna, Varriale, per sponsorizzare i sui prodotti, utilizzerebbe addirittura la stessa pagina Facebook aperta assieme ad Alessandra. I prodotti in questione sarebbero per lo più cappelli, orologi, bracciali e occhiali da sole. Il ragazzo non comparirebbe mai sulla pagina ma la madre della vittima è convinta che c’è proprio lui dietro. Le prove, come scrive il Giornale, sarebbero emerse in una sequenza di immagini dalle quali si intravederebbe il tatuaggio che Varriale ha dedicato alla figlia.

Se ciò che dice Olimpia Cacace fosse vero, Varriale starebbe agendo in violazione delle disposizioni in materia di arresti domiciliari. Il ragazzo è stato condannato a 8 anni e due mesi di carcere. Ha ucciso la sua fidanzata tralasciandola all’esterno della sua auto per qualche chilometro, fino a ucciderla.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.