Estrazioni SuperEnalotto: riscossa la vincita da 209 milioni di euro

Sono state avviate le procedure per la riscossione delle vincita da 209milioni di euro dopo le estrazioni del SuperEnalotto del 13 agosto scorso

Estrazioni SuperEnalotto
Estrazioni SuperEnalotto

La ruota della fortuna, si sa, gira, e in questo caso ha girato con le estrazioni del Super Enalotto, in particolare quella del 13 agosto scorso. Che ha visto una schedina da 2 euro lievitare fino a valere 209 milioni di euro: la vincita più alta mai assegnata.

Le estrazioni del SuperEnalotto

La Sisal Spa, che è concessionaria del SuperEnalotto, ha fatto sapere che la schedina vincente è stata presentata per poter cominciare le procedure di ritiro del premio. Il vincitore, di Lodi, ha voluto mantenere l’anonimato, e per questo ha incaricato un ente bancario di occuparsi del ritiro. La caccia al vincitore che si è scatenata a Lodi non ha dato per ora nessun frutto. Anche perché, come spiega NewsRepublic, la schedina è stata giocata attraverso il sistema Quick Pick, che affida le combinazioni al terminale. Che sia qualcuno che non aveva mai giocato prima?

Le vincite al Bar Marino

Ma se non si sa chi sia il vincitore, il boomerang della vincita è tornato indietro anche la Bar Marino, dove è stata effettuata la giocata. Che del resto, era già stato sotto i riflettori qualche anno fa, nel 2012, quando vi era stata realizzata una vincita da 120 mila euro. Sarà per queste due vincite a distanza di pochi anni, fatto sta che la fama di “bar fortunato” pare abbia fatto aumentare le vendite, da agosto. E la figlia della titolare, secondo NewsRepublic, si sarebbe appellata al fortunato vincitore, chiedendo che “si renda conto del potere che ha in mano e aiuti tutte le persone in difficolta’ che ha intorno, proprio come si vede talvolta nei film”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.