Poliziotti uccisi a Trieste, Feltri: “Colpa della cultura di Sinistra”

Il direttore di Libero Vittorio Feltri ha voluto commentare l'assassinio dei due poliziotti uccisi venerdì 4 ottobre a Trieste.

Vittorio Feltri contro Calenda
Vittorio Feltri contro Calenda

Il direttore di Libero Vittorio Feltri ha voluto commentare l’assassinio dei due poliziotti uccisi venerdì 4 ottobre a Trieste. Come se non fosse bastato il suo attacco al Premier Giuseppe Conte, definito inadatto pure per fare la domestica, Feltri ora attacca la “cultura di Sinistra”. Lo ha fatto intervenendo alla trasmissione La Zanzara. Qui ha dichiarato che i poliziotti sono intimiditi. Questo clima di simpatia che si è creato nei confronti dei delinquenti e contro i poliziotti ha creato problemi agli agenti”.

Poi il direttore di Libero, sempre sopra le righe, ha continuato: “Questi poveri poliziotti non possono usare le manette nei confronti dei delinquenti se non in casi eccezionali. Quando vengono aggrediti non reagiscono perché temono conseguenze negative per la carriera”. E ancora: “Questo li porta ad essere intimiditi davanti ai farabutti. ‘Se’ avessero messo le manette, qualcuno avrebbe detto che questo era un piccolo delinquente che andava trattato con i guanti bianchi“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.