Agenti uccisi, il Pm: “L’assassino era lucido, si è rischiata una strage”

Augusto Stephan Meran, l'assassino dei due agenti uccisi in questura a Trieste, ha mostrato "lucidità" nella "manovra aggressiva".

Agenti uccisi a Trieste
Agenti uccisi a Trieste

Augusto Stephan Meran, l’assassino dei due agenti uccisi in questura a Trieste, ha mostrato “lucidità” nella “manovra aggressiva“. Lo ha reso noto il Pm Federica Riolino. Durante la sparatoria, andata in scena venerdì 4 ottobre in serata, sono morti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, 31 e 34 anni. “Come si evince dai filmati tratti dalla sicurezza interna della questura” ha tentato l’omicidio “di almeno altri 8 agenti”.

Agenti uccisi, il Pm: “L’assassino era lucido”

Il Pm, sostenendo la presenza di “gravi indizi” di colpevolezza, ha chiesto e ottenuto dal gip la convalida della misura cautelare. L’assassino, di 29 anni, si trovava in Questura dopo essere stato arrestato per il furto di uno scooter. Qui, a un certo punto, avrebbe chiesto di andare in bagno e, una volta uscito, è riuscito a impossessarsi della pistola di Rotta e a ucciderlo. Subito dopo ha sparato anche a Demenego, uccidendo anche quest’ultimo. Infine l’assassino si è fatto largo nell’atrio della questura con le armi tolte agli agenti . Qui è stato raggiunto da un colpo di pistola all’inguine. Successivamente è stato bloccato da uno degli agenti della Mobile che rientrava in via Tor Bandena.

Il 29enne è stato difeso dal fratello, che ha riferito di sue presunte turbe psichiche. L’uomo però non risulta in cura in nessun servizio di igiene mentale del capoluogo. Per la procura “orientano per una semplice scarsa lucidità solo i farmaci rinvenuti all’esito della perquisizione domiciliare”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.