Sparatoria davanti alla Questura a Trieste: morti due poliziotti

Due poliziotti sono stati uccisi davanti alla questura di Trieste durante una sparatoria. Un terzo agente è ferito. Gli assalitori sarebbero due fratelli rapinatori.

Sparatoria a Trieste
Sparatoria a Trieste

Scena da far west quella avvenuta davanti a una Questura di Trieste. Durante una sparatoria, sono stati esplosi dei colpi d’arma da fuoco che hanno ucciso due poliziotti. Un’altro agente, colpito di striscio, è rimasto ferito. Altre fonti parlano tuttavia di almeno tre agenti feriti. I colpevoli sarebbero due fratelli rapinatori.

Secondo una prima ricostruzione, a sparare sarebbe stato solo un uomo. Si è impossessato della pistola di un agente e ha fatto fuoco. Suo fratello era lì vicino ed è stato raggiunto da un proiettile. I due sarebbero già stati arrestati.

Sparatoria a Trieste

Lo scontro a fuoco è andato in scena nella zona tra la via del Teatro Romano e via di Tor Bandena, nel centro della città. Fonti locali riportano che sarebbero stati sparati molti colpi di pistola che hanno seminato il panico tra la gente che era in strada. Nel luogo della sparatoria è arrivata subito un’ambulanza. La strada è stata chiusa al traffico e protetta da un cordone di sicurezza.

Un testimone oculare avrebbe riferito di aver sentito che gli spari provenivano addirittura dall’interno della Questura. Subito dopo ha dichiarato di aver visto un uomo ferito uscire di corsa: in mano impugnava un’arma. L’uomo, probabilmente l’aggressore, avrebbe quindi provato a rubare un’auto della polizia. Gli agenti sono però intervenuti e lo hanno bloccato prima che potesse sparare ancora.

Le parole del Governatore Fedriga

“Partirò immediatamente per Trieste dove questo pomeriggio è avvenuta una sparatoria, per incontrare il questore e chiarire le dinamiche di questo evento drammatico”. Queste le parole del presidente della Regione Massimiliano Fedriga. “Sono vicino alle famiglie e alle forze dell’ordine, penso sia un fatto drammatico per tutta la comunità e per tutto il Paese”.

Intanto, Roberto D Piazza, Sindaco di Trieste, ha già dichiarato il lutto cittadino. Il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese è in viaggio assieme al capo della polizia Franco Gabrielli. Raggiungeranno il luogo della sparatoria entro poche ore.

Rivelata l’identità delle vittime e degli aggressori

Gli autori della sparatoria a Trieste sono stati fermati. Sono due fratelli di origine domenicane, regolari sul territorio italiano. Si chiamano Alejandro Stephan Meran e Carlysle Stephan Meran. Il primo era affetto da problemi psichici. Intanto sono anche state rese note le identità dei due poliziotti: Pierluigi Rotta, 34 anni, e Matteo Demenego, 31 anni.

Sparatoria a Trieste, le prime reazioni della polica

L’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha subito commentato esprimendo il proprio “concerto e dolore per quanto accaduto a Trieste. Da italiano, una preghiera per i due agenti uccisi e un abbraccio alle loro famiglie. Sempre e comunque dalla parte delle nostre Forze dell’Ordine. Per gli assassini, nessuna pietà”.

Sulla stessa linea anche Giorgia Meloni: “Sgomento e rabbia per l’uccisione a Trieste di due agenti e il ferimento di altri tre, per mano di due rapinatori. Il mio cordoglio e la mia vicinanza vanno alle famiglie di questi giovani che hanno dato la vita per difendere la nostra sicurezza e a tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato. Che i due bastardi assassini marciscano in galera per il resto dei loro giorni: sia fatta giustizia, senza attenuanti e senza sconti”.

“La mia vicinanza e quella di tutto il governo alle famiglie dei due agenti di Polizia che oggi a Trieste hanno perso la vita mentre svolgevano con coraggio il loro lavoro. Chi colpisce un uomo delle Forze dell’ordine, colpisce lo Stato e colpisce ognuno di noi”. Ha invece detto Luigi Di Maio.

Infine è intervenuto anche Nicola Zingaretti: “Dolore per la tragica morte di due poliziotti a Trieste. Un pensiero alle loro famiglie, alla Polizia e a tutte le donne e gli uomini delle forze dell’ordine che con il loro lavoro combattono il crimine e rendono le nostre vite più sicure”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.