Ponte Morandi Genova: l’inaugurazione dei primi 50m del nuovo ponte in diretta

Si inaugurano oggi, 1 ottobre, alla presenza delle autorità, i primi 50 metri del nuovo ponte che sostiuirà il Ponte Morandi di Genova

Ponte Morandi
Ponte Morandi

Si svolge la mattina del 1 ottobre l’inaugurazione del primo impalcato del nuovo Ponte che sostituirà il Ponte Morandi. Alla cerimonia hanno partecipato le autorità, tra cui il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Ministro delle Infrastrutture Paola de Micheli.

Gli interventi alla cerimonia

Presente anche l’architetto Renzo Piano, che ha detto: “E’ un riscatto e può suonare un po’ consolatorio ma non è così perché qui c’è stata una grande tragedia che non si può dimenticare”. E poi: “E’ proprio come l’avevamo pensato. Oggi lo variamo, i vari si fanno solo per navi e ponti”. E’ stato proprio Renzo Piano a donare alla città il disegno del nuovo ponte, che assomiglia un po’ alla chiglia di una nave.

Il sindaco Marco Bucci

Tra le autorità è intervenuto alla cerimonia anche il sindaco di Genova Marco Bucci, che ha dichiarato: “Lavoriamo 24 ore su 24, sette giorni su sette, le cose vanno avanti secondo i programmi e di questo sono assolutamente contento“. “La città sta rispondendo benissimo, siamo esattamente sul percorso indicato e che sta dando i suoi frutti. Voglio ringraziare e lo farò anche nel discorso ufficiale quelli che vivono intorno al ponte che maggiormente soffrono i disagi per questa costruzione . Siamo contenti di avere qui i più alti rappresentanti del governo“, ha detto poi.

Le parole di Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è intervenuto per ultimo.“L’ultima volta che sono stato qui era il 14 agosto, in occasione dell’anniversario di questa tragedia, e proprio da questo cantiere dissi che Genova era il simbolo della volontà di rinascita“, ha detto. “Questa rinascita si sta concretizzando, la possiamo vedere con gli occhi e toccare con mano, è una rinascita che nasce da una collaborazione sinergica tra pubblico e privato”, ha spiegato poi Conte. Sottolineando: “La soddisfazione di questo progetto non ci fa dimenticare le 43 vittime del ponte. Questo è un progetto che realizza la volontà di riscatto, ma in questo progetto c’è quasi incorporato il ricordo di 43 vittime, e chi ricopre incarichi pubblici ha il dovere della memoria, ha il dovere di testimoniare questa memoria anche con atti concreti, con l’impegno costante per potenziare la prevenzione e rafforzare la sicurezza delle nostre infrastrutture”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.