Bambino manifesta da solo per il clima: il gesto del sindaco

Il bambino è sceso a manifestare da solo. "Noi siamo figli di questa terra. Non può esistere che un figlio avveleni sua madre", ha spiegato

bimbo-clima
Bimbo manifesta da solo per il clima (Foto: Massimo Colia su Facebook)

Un bambino di 12 anni ha saltato scuola per manifestare contro i cambiamenti climatici nel suo paese in provincia di Foggia. Ma invece di trovare la folla di persone che oggi sono scese in piazza in città come Milano e Roma, si è ritrovato da solo. Il giovane però non si è perso d’animo, e anche se era l’unico con in mano un cartellone nella sua città è rimasto per tutta la mattina in piazza a protestare.

Manifesta da solo: chi è il bambino eroe del clima

È successo a Stornarella, un paesino di 5mila abitanti in provincia di Foggia. Il bambino che manifesta da solo per il clima si chiama Potito e ha 12 anni. Sul suo cartellone ha disegnato una torta farcita con la plastica, ed è con quello che è sceso in piazza per protestare contro i cambiamenti climatici in occasione del Fridays for Future. Il movimento, lanciato dall’attivista Greta Thunberg è stata un successo in tutta Italia, meno che nel paesino di Potita, dove nessuno si è presentato a manifestare, tranne lui. Questo non ha però fermato il giovane attivista, che si è seduto comunque in piazza con accanto il suo cartello, per lanciare un messaggio.

Bambino in piazza per il clima: il gesto del sindaco

Il messaggio di Potito, il ragazzino di 12 che manifesta da solo per il clima, è stato raccolto dal sindaco. Dopo alcune ore in cui il bambino è rimasto a protestare, il sindaco del paesino in provincia di Foggia, Massimo Colia, ha deciso di scendere in piazza con lui. Su Facebook, Colia ha raccontato così l’episodio: “È ammirevole vedere quanto sia sensibile un bambino di 12 anni che da solo si è appostato in piazza per manifestare contro i cambiamenti climatici, così come stanno facendo migliaia di studenti, oggi, in tutta Italia”.

Il sindaco ha poi chiesto al ragazzo perché fosse sceso a protestare: “Mi ha risposto: ‘noi siamo figli di questa terra e con il nostro comportamento la stiamo avvelenando e non può esistere che un figlio avveleni sua madre‘”.
Il sindaco ha poi concluso il post dicendo: “Dovremmo prendere esempio da Potito”. Le azioni del giovane pugliese hanno attirato anche l’attenzione del governatore della regione, Michele Emiliano, che rilanciando il post di Colia ha commentato: “Potito è il mio eroe pugliese di questo Fridays for future”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.