Di Maio incontra Filippo Grande: “Urgente migliorare condizioni rifugiati”

Il Ministro degli esteri Luigi Di Maio ha incontrato, a New York, l'alto commissario delle Nazioni Unite Filippo Grande.

Di Maio incontra Filippo Grande:
Di Maio incontra Filippo Grande: "Migliorare condizioni migranti"

Il Ministro degli esteri Luigi Di Maio ha incontrato, a New York, l’alto commissario delle Nazioni Unite Filippo Grande. L’incontro, riferiscono fonti vicine al pentastellato, è stato cordiale e costruttivo. L’UNHCRha accolto con favore la conferma del sostegno finanziario da parte del Governo italiano. Essenziale per offrire assistenza e soluzioni a lungo termine al numero crescente di rifugiati, sfollati interni e apolidi in tante aree di crisi nel mondo”.

“Migliorare condizioni rifugiati”

“Luigi Di Maio e Filippo Grande sono d’accordo nella necessità di rinforzare la collaborazione in Libia – si legge in una nota stampa di UNHCR -. Al fine di incrementare le misure alternative alla detenzione nonché le evacuazioni umanitarie“.

UNHCR – continua il comunicato – non considera i centri di detenzione in Libia sicuri per rifugiati e migranti. L’Alto Commissario esprime profonda preoccupazione per questa situazione ormai protrattasi nel tempo. L’UNHCR chiede con forza che si ponga fine al sistema della detenzione di migranti e rifugiati e in alternativa di assistere i rifugiati nei contesti urbani o attraverso evacuazioni”.

Infine: “Le discussioni avviate di recente a Malta sull’istituzione di un accordo prevedibile, comune e salvavita per lo sbarco delle persone soccorse in mare e la condivisione delle responsabilità tra gli Stati per la loro successiva accoglienza appaiono tanto positive quanto necessarie. L’UNHCR è pronta a supportare l’Italia in linea con il suo mandato ove necessario”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.