Accordo di Malta, l’Unione europea chiarisce: “Non è accordo comunitario”

L'accordo trovato a Malta tra alcuni Stati membri della Ue per la ripartizione dei migranti salvati in mare è "un punto di partenza" ed è "temporaneo". Così si è espressa la vice portavoce capo della Commissione Europea Natasha Bertaud.

Migranti, aumentati morti e dispersi
Migranti, aumentati morti e dispersi

L’accordo trovato a Malta tra alcuni Stati membri della Ue per la ripartizione dei migranti salvati in mare è “un punto di partenza” ed è “temporaneo”. Non è un teso dell’Unione europea. Lo ha ricordato la vice portavoce capo della Commissione Europea Natasha Bertaud.

In primo luogo – ha iniziato la Bertaud – lo descriverei come un documento concordato da qualche Stato membro che costituisce un punto di partenza. In questa fase non parliamo di un testo Ue“. “Prima – prosegue – bisogna che passi dal Consiglio Affari Interni, sapendo che vorremmo ugualmente che più Stati membri partecipino a un futuro meccanismo che serva a dare maggiore prevedibilità nelle situazioni di sbarco in seguito alle operazioni di ricerca e soccorso in mare”.

E ancora: “E’ molto positivo che alcuni Stati membri lavorino insieme per cercare di spingere per una soluzione, ma ovviamente deve essere aperta a tutti gli Stati Ue. Per questo ora le discussioni avranno luogo nel Consiglio Affari Interni”. Ma, “l‘accordo, quando ci sarà, sarà temporaneo. Soluzioni a lungo termine bisogna che siano trovate con la riforma del sistema di Dublino, che abbiamo già messo sul tavolo e speriamo che le discussioni siano rilanciate, perché è solo così che avremo soluzioni a lungo termine”.

Infine: “La Commissione guarda da vicino la situazione in tutti gli Stati membri, non solo in Italia o in Spagna o in Grecia, ma in tutti gli Stati membri, considerando che in questa fase noi teniamo a portare sostegno a tutti gli Stati membri, specialmente a quelli che subiscono delle pressioni più forti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.