Agenti penitenziari sospesi: l’accusa è quella di tortura

Le accuse di tortura riguardano quattro agenti penitenziari attivi in una casa circondariale toscana: proseguono, intanto, le indagini.

Agenti penitenziari sospesi
Agenti penitenziari sospesi

Quattro agenti di Polizia Penitenziaria sono stati sospesi con tanto di avviso di garanzia. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Siena, hanno evidenziato presunti maltrattamenti da parte degli agenti in servizio. Gli episodi sarebbero avvenuti presso la casa circondariale di San Gimignano. L’accusa è quella di tortura.

Agenti penitenziari sospesi

L’indagine ha riguardato altri quindici poliziotti in servizio. La vicenda è partita da alcuni detenuti che hanno denunciato i presunti pestaggi. Il Dap ha chiesto nel frattempo le dovute verifiche del caso. Allo stesso tempo, però, si dice tranquillo e ha «la massima fiducia nei confronti dell’operato e della professionalità degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria. Svolgono in maniera eticamente impeccabile il loro lavoro».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.