Rider clandestini e sfruttati: aperta un’inchiesta

La procura di Milano ha aperto un'indagine sui rider, i fattorini che consegnano pasti a domicilio per conto delle piattaforme di food delivery.

Rider
Rider

La procura di Milano ha aperto un’indagine sui rider, i fattorini che consegnano pasti a domicilio per conto delle piattaforme di food delivery. Gli investigatori puntano il dito sul mancato rispetto delle tutele contrattuali, sulle norme igienico-sanitarie carenti, e sulla pericolosità nei confronti degli altri utenti della strada. Inoltre si ritiene che tra i rider ci siano moltissimi immigrati irregolari.

Rider clandestini e sfruttati: aperta un’inchiesta

Gli accertamenti sono partiti all’inizio dell’estate, quando la procura ha deciso di affidare alla polizia locale una serie di accertamenti. Durante i controlli a campione, sono stati identificati alcuni migranti irregolari. Da qui la decisione, arrivata a settembre, di aprire un fascicolo sul caso. L’ipotesi degli inquirenti è che alcuni fattorini, regolarmente titolari di un rapporto di lavoro con le piattaforme in questione, abbiano venduto il proprio account a immigrati non in regola.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.