Maxi operazione antidroga a Roma: arrestati pusher di spicco

Grande operazione antidroga a Roma nella quale sono stati coinvolti diversi esponenti di spicco della malavita capitolina.

Caduta di calcinacci in galleria
Caduta di calcinacci in galleria (foto repertorio)

La Squadra Mobile di Roma, con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, ha dato vita a un’operazione antidroga piuttosto importante nella città di Roma. Un gruppo di 21 persone sono state fermate con l’accusa di spaccio di droga. Gli elementi, appartenenti alla criminalità cittadina, erano attivi nelle zone di Acilia, Fonte Nuova, Infernetto, La Rustica, Marranella, Pietralata e Torpignattara. Una mappa piuttosto ampia e un giro di affari alquanto cospicuo e redditizio.

Operazione antidroga a Roma, il caso

Fermato Fabrizio Capogna che fa parte, secondo quanto riportato da “Il Messaggero”, della nota famiglia. Ricerche per Gaetano Giuseppe Mazza, siciliano ma residente in Colombia. Tra gli arresti figura un personaggio vicino agli ambienti ultras: si tratta di David Barberis. Gli inquirenti, stando alla testata romana, avrebbe un contatto diretto con la criminalità albanese. Essa è salita alla ribalta della cronaca dopo la vicenda dell’omicidio di Fabrizio Piscitelli, meglio conosciuto come Diabolik.

I pusher utilizzavano il tax e le auto in car sharing per effettuare le consegne della droga. Le indagini partirono a marzo del 2017 in seguito a un grande sequestro di cocaina. Diversi arrestati utilizzavano delle utenze intestate a cittadini stranieri dalla difficile rintracciabilità. La consegna dello stupefacente avveniva attraverso la modalità della “staffetta” dell’auto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.