Omicidio Diabolik: atto vandalico alla panchina di Piscitelli

E' stato compiuto un atto vandalico presso la panchina dove è avvenuto l'omicidio di Diabolik, il capo ultrà della Lazio, lo scorso 7 agosto

Omicidio Diabolik, atto vandalico alla panchina
Omicidio Diabolik, atto vandalico alla panchina

Proprio su quella panchina, al parco degli Acquedotti di Roma, è avvenuto l’omicidio di Diabolik, il capo degli irriducibili della Lazio. Lì, su quella panchina, era stata messa una sagome di cartone che ritrae Fabrizio Piscitelli. Occhiali da sole e cappellino, in mano una sciarpa della Lazio, e la scritta: “ Amore e Coraggio – il dodicesimo uomo in campo”.

Ora quella sagoma di cartone è stata sfregiata da un foro, al centro della fronte di Diabolik, quasi a volerne indicare l’omicidio. Si tratta di un atto vandalico proprio in quel luogo che gli ultras laziali avevano dedicato a Piscitelli e alla sua memoria. Sotto, piante di ciclamino, una sciarpa della Lazio, alcuni lumini.

Proprio quella panchina ora rischia di essere rimossa. La richiesta infatti è stata inoltrata dal VII Municipioa causa delle copiose lamentele dei cittadini, ancora prima dell‘incendio che l’ha danneggiata lo scorso 12 settembre.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.