Migranti torturati nei campi di prigionia in Libia: tre arresti

Sono tre le persone arrestate a Messina con varie accuse per la tratta dei migranti e le violenze perpetrate nel campo di prigionia in Libia.

Sequestrata casa famiglia a Caresana: sospetti su presunte violenze sessuali
Sequestrata casa famiglia a Caresana: sospetti su presunte violenze sessuali (foto repertorio)

Continuano gli sbarchi in Italia e giungono gli arresti di alcuni soggetti su cui pendono delle gravi accuse. La Direzione Distrettuale Antimafia ha fermato tre persone per tratta di esseri umani, tortura e sequestro di persona. Alcuni testimoni li hanno identificati. I tre gestivano un campo di prigionia a Zawyia, in Libia, per conto di una potente organizzazione criminale.

Migranti e la tratta Libia-Italia

Le altre accuse sono di omicidio e di sequestro con scopo di estorsione. I tre, al momento del fermo, erano nell’hotspot di Messina. Gli arrestati sono Hameda Ahmed (27 anni, egiziano), Mahmoud Ashuia (24 anni dell’Egitto) e Mohammed Condè (27 anni della Guinea).

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.