Stomaco asportato per diagnosi errata su tumore: medici sotto processo

Asportato lo stomaco di una paziente per un tumore inesistente. I medici sono finiti sotto processo per la diagnosi e le conseguenze dell'operazione.

Stomaco asportato per diagnosi errata su tumore
Stomaco asportato per diagnosi errata su tumore

Una donna ha subito un’operazione con lo stomaco che le è stato asportato: la realtà è che la diagnosi era del tutto errata. La 53enne non aveva alcun tumore maligno, così come era emerso dalla diagnosi iniziale, e quindi l’operazione le ha provocato la perdita di un organo sano. La Procura di Monza ha deciso di mandare a processo due chirurghi dell’Irccs Multimedica di Sesto San Giovanni (Milano). La vicenda accadde nel 2016 e la donna, da quel momento, fu vittima di una «malattia certamente o probabilmente insanabile».

Stomaco asportato alla paziente

I medici le riscontrarono la presenza di una massa tumorale maligna ma l’organo, in realtà, non aveva quella tipologia di problemi. La donna è assistita dall’avvocato Francesco Cioppa. Il processo dovrà stabilire eventuali responsabilità del personale sanitario viste le problemi riscontrate dalla donna dopo l’operazione, e anche prima, a causa anche dell’asportazione di un organo sano.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.