Ponte Morandi, falsi report su condizioni viadotti: tre persone arrestate

Sono tre le persone arrestate e sei le sospensioni per i report riguardanti i report falsati sui viadotti: si estende la vicenda del ponte Morandi.

Ponte Morandi
Ponte Morandi

La vicenda del ponte Morandi, costata la vita a 43 persone a Genova, ha visto delle novità su un filone d’inchiesta parallelo. Sono nove le misure cautelari per quanto riguarda i report sulle condizioni dei viadotti la cui gestione fu affidata ad Autostrade. L’inchiesta partì dopo il crollo avvenuto il 14 agosto 2018. Sul registro degli indagati sono iscritte 15 persone: tra essi dirigenti e tecnici di Spea Engineering e Aspi.

Ponte Morandi, le ultime novità sull’inchiesta

Secondo quanto ricostruito dai magistrati i manager erano a conoscenza della falsificazione dei report riguardanti numerosi viadotti. Tra questi il ponte Paolillo (Puglia) sulla Napoli-Canonsa, Gargassa a Rossiglione, Moro nei pressi di Pescara, Pecetti e Sei Luci a Genova. I report non corrispondevano, in diversi casi, alla realtà dei fatti (fonte ilfattoquotidiano.it). I tecnici della Spa, secondo i report raccolti dagli inquirenti, hanno dichiarato che i report «talvolta erano stati cambiati dopo le riunioni con il supervisore Ceneri (ingegnere di Spea). In altri casi era stato Ceneri stesso a modificarli senza consultarsi con gli altri».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.