Omicidio a Piacenza di Elisa Pomarelli: la sorella scrive a Sebastiani

La sorella di Elisa Pomarelli, vittima dell'omicidio di Piacenza, scirve su facebook un post rivolto all'assassino della 28enne

Omicidio Piacenza (foto AdnKronos)
Omicidio Piacenza (foto AdnKronos)

Sono dure le parole che la sorella di Elisa Pomarelli, vittima dell’omicidio di Piacenza, rivolge all’assassino, Massimo Sebastiani. Ora piangi eh? Ahimé, non hai ancora incrociato la mia strada”, scrive su Facebook Francesca Pomarelli.

L’omicidio di Piacenza

Elisa Pomarelli era scomparsa lo scorso 25 agosto insieme a Massimo Sebastiani. La famiglia non ha mai smesso di sperare di ritrovarla ancora viva, e la stessa sorella ha partecipato attivamente alle ricerche. Il corpo della 28enne, però, è stato trovato nei giorni scorsi nella zona di Gropparello, nel piacentino. E’ stato lo stesso Sebastiani, reo confesso dell’omicidio di Piacenza, a condurre gli investigatori sul luogo dove aveva nascosto la salma, in un fosso. Sebbene le dinamiche non siano ancora del tutto chiare, pare che la giovane sia stata uccisa da un raptus d’ira di Sebastiani, che probabilmente non accettava il fatto che Elisa non volesse altro che un’amicizia.

Il messaggio della sorella di Elisa Pomarelli

E ora, su Facebook, la sorella di Elisa Pomarelli dà sfogo al suo dolore: “Ormai sei il mio incubo se fossi seriamente pentito accetteresti l’ergastolo a testa china, senza attaccarti ad ogni cavillo… il minimo che puoi fare è marcirci in galera e non sprecare energie a giustificare un’azione impensabile”. Si rivolge direttamente a Sebastiani: “Ora piangi eh?… ahimè non hai ancora incrociato la mia strada”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.