Esperto di droghe a 8 anni: bambino apprende dal padre boss

Un bambino di soli otto anni in grado di distinguere le droghe: il padre lo aveva indotto facendolo diventare un vero e proprio esperto del settore.

Bambino esperto di droghe a 8 anni: indottrinato dal padre boss
Bambino esperto di droghe a 8 anni: indottrinato dal padre boss

I Carabinieri hanno smantellato una organizzazione di narcotrafficanti attiva fra Gioia Tauro e Rosarno scoprendo un bambino esperto di droghe. L’operazione è avvenuta nella provincia di Reggio Calabria con tanto di varie ordinanze di custodie cautelari. Le accuse vanno, a vario titolo, dall’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. L’organizzazione fungeva da collante tra le due cittadine per fornire le piazza di spaccio calabresi con marijuana e cocaina.

Esperto di droghe a soli 8 anni

Le indagini hanno comprovato, durante l’attività investigativa, la presenza di un bambino di soli otto anni. Il minore è stato indotto dal padre nel prendere parte attiva alle manovre illegali del sodalizio criminale. Il piccolo era a conoscenza del modus operandi del padre. I discorsi tra padre e figlio non incentrati su argomenti idonei alla tenerà eta bensì indirizzati su traffico di droga e armi. Le indagini, infatti, hanno appurato le parole dell’uomo indirizzate al bambino.

Il metodo educativo del padre boss

Un metodo educativo che aveva lo scopo di far crescere il bimbo, sin dai primi anni, con una mentalità ben definita e indirizzata verso il mondo dell’illegalità. Le indagini hanno scoperto il mondo del malaffare facendo venire a galla questo elemento che lascia riflettere, e non poco. Un percorso di vita delineato dal padre boss per un successo nel mondo mafioso volto nel dare un “futuro” all’uomo del domani. Conoscenza della droga e avvio nel ramo dello spaccio sin da piccolo.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.