Carabiniere indagato: “Bendato perché dava testate al muro”

Christian Gabriel Natale Hjorth sarebbe stato bendato dai carabinieri in caserma perché "aveva iniziato da tirare testate al muro e ai computer".

Carabiniere ucciso a Roma
Carabiniere ucciso a Roma

Ci sarebbe un motivo per cui Christian Gabriel Natale Hjorth è stato bendato dai carabinieri dopo aver ucciso il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. “Aveva iniziato a tentare di dare testate contro il muro e contro i computer”. Lo ha affermato il carabiniere indagato per rivelazione del segreto d’ufficio per aver fotografato Hjorth in caserma.

Nel frattempo “gli inquirenti stanno ultimando di puntellare in maniera precisa e scrupolosa elementi che saranno molto utili nella futura fase processuale”. E Massimo Ferrandino, legale della vedova del carabiniere ucciso, ha affermato: “Il prossimo venerdì presso il Ris di Roma si procederà ad analizzare gli indumenti repertati di Mario Cerciello e Andrea Varriale la sera del 26 luglio in via Federico Cesi. In quella sede potremo, con molta probabilità, capire da quale posizione siano stati inferti i fendenti”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.