Boss scarcerato su decisione del giudice: già rimesso in carcere

Il boss della 'ndrangheta Domenico Paviglianiti è stato nuovamente rimesso in carcere dopo che un giudice del tribunale di bologna lo aveva scarcerato.

Detenuto si impicca in carcere
Tenta di sgozzare la compagna, era in carcere per l'omicidio della fidanzata anni fa

Il boss della ‘ndrangheta Domenico Paviglianiti è stato nuovamente rimesso in carcere dopo che un giudice del tribunale di bologna lo aveva scarcerato. Unica la situazione in cui si è trovato il boss. Paviglianiti, infatti, era stato condannato all’ergastolo. Ma, siccome la sua cattura era avvenuta in Spagna nel 1996 e la Spagna nel suo ordinamento non prevedeva l’ergastolo, era stato riportato in Italia a condizione che non si applicasse l’ergastolo.

I legali del Paviglianti, dunque, hanno fatto ricorso e il gup di Bologna che aveva rideterminato la pena a 30 anni. Un tempo di reclusione che l’imputato, tra un periodo e l’altro, risultava avere già scontato. Tuttavia, dopo un successivo ricalcolo, si è giunti a un nuovo ordine di carcerazione.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.