Sbarchi fantasma, nave approda e i migranti si incamminano sulla statale

Continuano gli sbarchi fantasma. Un barchino con a bordo circa 40 migranti, tutti uomini, è attraccato nell'Agrigentino, proprio mentre in senato si approvava il decreto sicurezza bis.

Sbarchi fantasma
Sbarchi fantasma

Continuano gli sbarchi fantasma. Altro, ennesimo approdo di un gruppo di migranti sulle coste italiane. Questa volta il barchino è attraccato nell’Agrigentino e tutta la scena è stata filmata in diretta. Come riporta la Stampa, una imbarcazione, in legno di una decina di metri, è approdata sulla spiaggia di Punta Bianca. Lo sbarco è avvenuto nelle stesse ore in cui il Senato approvava il decreto sicurezza bis. Dalla nave sono scese circa 40 persone, tutti uomini probabilmente di nazionalità tunisina. I migranti hanno iniziato a scalare la collinetta che li separava dalla statale e poi si sono incamminati per proseguire il loro viaggio. A riprendere la scena gli attivisti dell’associazione Mareamico.

Sbarchi fantasma

Gli sbarchi fantasma dunque continuano, solo poco tempo fa, nelle stesse zone, erano sbarcati altri 60 migranti, sempre di origine tunisina. Qualcuno ha soccorso i migranti dando loro dell’acqua. Il gruppo si è però dato alla fuga quasi subito e le Forze dell’Ordine sono state prontamente avvertite.

Nelle ore antecedenti, vicino a Licata, è andato in scena una altro sbarco. I bagnanti hanno infatti segnalato sulla spiaggia di Poggio Guardia tanti giubbotti salvagente, bottiglie, scarti e qualche vestito abbandonato: tutti segni del recente passaggio dei migranti. Nelle stesse ore, a Lampedusa è avvenuto un terzo sbarco: 48 persone, tra cui 27 donne, 3 delle quali incinta, 15 uomini e 6 bambini.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.