50enne romano soffre d’insonnia, accoltella padre e figlio

Un 50enne romano ha accoltellato i suoi vicini di casa: un uomo di 42 anni e suo figlio di 20. L'aggressore ha raccontato di avere agito così per colpa dell'insonnia.

Colpi di arma da fuoco esplosi contro abitazione a Roma
Colpi di arma da fuoco esplosi contro abitazione a Roma (foto repertorio AdnKronos)

Un 50enne romano aveva chiesto ospitalità ai suoi vicini lamentando di non riuscire a dormire a causa dell’insonnia che lo tormentava. L’uomo avrebbe però accoltellato proprio quei vicini che lo aveano ospitato: uno uomo di 42 anni e suo figlio di 20. Infine ha chiamato i soccorsi, raccontando di avere agito così per colpa di quel disturbo che lo tormentava.

Soffre d’insonnia, accoltella padre e figlio

Secondo una prima ricostruzione, tuttavia, padre e figlio avevano avuto un’accesa discussione con il 50enne. Quest’ultimo, dunque, pensando di poter essere presto cacciato di casa, avrebbe agito ferendo gravemente i due. Il ragazzo è ora ricoverato in gravi condizioni al Policlinico Gemelli. Rimane in pericolo di vita.

L’aggressore, trasportato al San Filippo Neri in attesa di essere sottoposto ad alcuni esami, verrà trasferito nel carcere di Regina Coeli. Dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.