Stuprata e segregata a Foligno, per scappare si getta dall’auto in corsa

Una donna si è gettata dall'auto in corsa per fuggire agli abusi da parte del suo ex fidanzato, un albanese di 30 anni, che l'aveva segregata in casa, picchiata e stuprata.

Segregata e stuprata a Foligno
Segregata e stuprata a Foligno

Il suo ex fidanzato, un albanese di 30 anni, l’ha segregata in casa. Poi l’ha picchiata e ha abusato di lei. Un incubo che è finito quando la donna, una 28enne madre di 2 bambini, si è gettata dall’auto in corsa mentre era nel parcheggio dell’outlet di Castel Romano. L’uomo, con diversi precedenti, è stato arrestato dopo aver segregato la vittima per tre giorni nella propria abitazione, costringendola a subire ogni tipo di violenza.

Stuprata e segregata a Foligno

La donna si è scaraventata fuori dall’auto in corsa venerdì, approfittando di un viaggio a Roma. Era stata costretta a seguire il suo carceriere presso l’outlet di Castel Romano. L’uomo ha raggiunto la ragazza e l’ha picchiata per costringerla a risalire sulla vettura. Alcuni passanti e le guardie giurate sono però intervenuti e hanno permesso di mettere in salvo la donna.

Gli agenti sono giunti subito sul posto. Tuttavia l’uomo si era già dato alla fuga. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nell’outlet gli investigatori sono riusciti a risalire alla targa dell’automobile usata dal 30enne. Il colpevole è stato così dunque individuato e arrestato. Ora dovrà rispondere dell’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale, minacce e lesioni. La vittima è stata affidata ai genitori.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.