Migranti: Open Arms salva altre 68 persone al largo della Libia

L'ong Open Arms ha salvato altri 68 migranti nel Mediterraneo, dopo averne salvati 52 nelle ore scorse: ora chiede un porto sicuro

Open Arms
Open Arms

L’Ong Open Arms ha salvato nella notte altri 68 migranti al largo delle coste della Libia. Dopo il salvataggi di 52 migranti avvenuto ieri, il numero dei naufraghi a bordo sale a 123. Ora la richiesta è quella di un porto sicuro dove attraccare e far sbarcare i migranti.

Salvate durante la notte altre 68 persone con segni evidenti delle torture subite in Libia 2 bimbi, 2 donne in gravidanza, una di 9 mesi con contrazioni. 123 persone a bordo dell’Open Arms. Ora abbiamo bisogno di un porto sicuro per farle sbarcare”, ha scritto Oscar Camps.

Open Arms salva 52 migranti

L’Ong Open Arms aveva salvato 52 migranti nel Mediterraneo centrale il 1 agosto. Tra di loro, 16 donne e 2 bambini.

“Stavano affondando. Stava entrando così tanta acqua nel gommone che era sul punto di naufragare. Ma siamo arrivati in tempo” aveva scritto Oscar Camps, fondatore della Ong catalana su twitter “52 persone, 16 donne e 2 bambini, alla deriva sono al sicuro. Ora abbiamo bisogno di una porto sicuro.

La posizione del Viminale

Il Viminale però blocca sul nascere l’idea che l’Ong possa attraccare in Italia: “Divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque territoriali italiane per la Open Arms” riferiscono fonti del ministero dell’Interno. Il provvedimento sarebbe stato firmato da Matteo Salvini insieme al Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli e dal MInistro della Difesa Elisabetta Trenta.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.