Arrestato il latitante Domenico Crea, il boss della ‘ndrangheta della cosca di Rizziconi

E' stato arrestato Domenico Crea, boss della 'ndrangheta della cosca di Rizziconi. Era latitante dal 2015, quando era stato condannato al carcere

Arrestato Domenico Crea
Arrestato Domenico Crea

La polizia ha arrestato dopo 4 anni di latitanza Domenico Crea, boss della cosca di Rizziconi a sua volta imparentata con la famiglia Alvaro di Sinopoli. Crea era ricercato dal 2015. Era latitante a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare che lo aveva raggiunto. Per la quale, avrebbe dovuto scontare 15 anni di carcere per associazione mafiosa ed estorsione.

L’arresto del boss Domenico Crea

Quello non è stato l’unico provvedimento per associazione mafiosa da cui Domenico Crea è stato colpito, tanto da essere poi condannato in via definitiva a 21 anni di carcere. L’uomo, nel frattempo, era inserito nella lista dei latitanti più pericolosi. Il suo arresto è avvenuto a Santa Domenica di Ricardi, in provincia di Vibo Valentia. Qui si era ritorato in compagnia della moglie e delle due figlie più piccole, ed era in possesso di 5000 euro in contanti. Ora, al vaglio degli inquirenti, c’è anche la posizione dei proprietari dell’immobile dove alloggiava la famiglia del boss della ‘ndrangheta.

La polizia, sotto la direzione della Dda di Reggio Calabria, aveva inziato le indagini già tre anni fa. Ma le attività per individuare Crea erano state intensificate con l’arresto del fratello Giuseppe, dopo cui Domenico era diventato ufficialmente capo della cosca di Rizziconi.


   

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.