Alan Kurdi, l’imbarcazione si dirige verso Malta

La nave Alan Kurdi, dopo aver ricevuto il divieto di ingresso in Italia, sta facendo rotta verso Malta. A bordo vi sono 46 migranti.

Alan Kurdi diretta verso Malta
Alan Kurdi diretta verso Malta

La nave Alan Kurdi sta facendo rotta verso Malta. L’imbarcazione, alla quale Salvini ha vietato l’ingresso in Italia, è rimasta per diverso tempo a circa 20 miglia da Lampedusa, in acque internazionali. A bordo della Alan Kurdi vi sono 40 persone soccorse a largo della Libia.

Alan Kurdi diretta verso Malta

Tra le persone soccorse vi sono anche quindici minori. Tre di loro sono figli di una donna del Camerun. L’Ong ha denunciato di aver ricevuto dall’Italia il divieto di sbarco. «Non offriremo a Matteo Salvini – sottolinea Gorden Isler – un’altra occasione per uno show così indegno. Prendiamo sul serio le nostre responsabilità verso le persone salvate e ora andiamo a Malta. Abbiamo ancora a disposizione il diesel necessario per arrivarci e possiamo quindi prendere questa decisione autonomamente».

La denuncia della Ong

A parlare è Barbara Held, il capomissione, che aveva chiesto a Lampedusa un porto sicuro: «Abbiamo in particolare sottolineato che a bordo c’è una famiglia con tre figli, una donna incinta e altri 12 minori. Alan Kurdi era a circa 20 miglia nautiche da Lampedusa. Roma, tuttavia, ha indicato Malta come punto di riferimento scrivendo che Malta avrebbe potuto inviare un medico in caso di emergenza sulla Alan Kurdi. Roma – scrive la Ong in una nota -non ha prestato ulteriore attenzione alle necessità di protezione di numerose persone a bordo. La famiglia del Camerun, una donna incinta e 12 minori hanno dovuto trascorrere un’altra notte sulle assi di legno della nave».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.