Gianluca Savoini e il mistero dei 150mila dollari dal Marocco

Il Fatto Quotidiano ha pubblicato un articolo secondo cui Gianluca Savoini avrebbe ricevuto 150mila dollari dal Marocco come "ricompensa"

Gianluca Savoini
Gianluca Savoini

Gianluca Savoini torna a far parlare di sé e dei traffici di soldi, questa volta con il Marocco, il un articolo de Il Fatto Quotidiano. Una storia che potrebbe sembrare quasi tragicomica, con Savoini che riceve 150mila dollari in busta chiusa e per sbaglio fa cadere i soldi nello scarico dei servizi igienici.

L’incontro che avrebbe portato nelle mani la busta si svolge, secondo Il Fatto, nel 2016 presso l’Hotel Méridien di Parigi, dove una delegazione della Lega si incontra con esponenti del mondo politico marocchino. L’intento è quello di definire quali possano essere alcune aziende italiane da segnalare per appalti in Marocco.

Savoini e l’incontro con la delegazione del Marocco

Della delegazione, secondo Il Fatto, fanno parte anche Savoini e Claudio Giordanengo, che ha organizzato il tutto insieme a Kamal Raihane. Proprio Raihane in quel periodo avrebbe detto: “Gli ho organizzato l’incontro con alcuni esponenti del mondo politico marocchino. S’è parlato di politica e non solo. Un incontro costruttivo” . Giordanengo, all’epoca, si presentava invece come il “responsabile affari esteri” della Lega. Ed è lui che ha parlato dell’incontro con Il Fatto Quotidiano: “C’era un interesse parallelo, credo legittimo, di unire alla missione politica anche la presentazione di aziende interessate a operare in Marocco. Se poi ci sono stati altri personaggi che hanno stabilito rapporti economici non lo so”.

Il mistero dei 150mila dollari

Dopo l’incontro, si verrà a scoprire che l’elenco delle aziende non avrà più alcuna utilità, e tuttavia, i delegati italiani potranno dire di non aver perso tempo. Torneranno a casa con una “ricompensa” di tutto rispetto in dollari. A Savoini la busta viene da Mohamed Khabbachi, emissario del re Mohammed VI per le attività di lobbying nell’area europea. Ed è qui che l’ex portavoce di Salvini fa l’errore strategico di andare a contare i soldi in bagno. Ma viene spaventato dall’arrivo di un altro cliente. Così quei soldi che arrivano dal Marocco finiranno nel scarico, e dopo essere stati recuperati, da Parigi arriveranno in Italia, finendo nella cassetta di sicurezza di Savoini.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.