Il sindaco di Bibbiano chiede la revoca degli arresti

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti ha presentato una memoria difensiva in cui ribadisce la sua innocenza e chiede la revoca degli arresti domiciliari

Andrea Carletti (Facebook)
Andrea Carletti (Facebook)

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti ha chiesto la revoca degli arresti domiciliari a cui è stato costretto nell’ambito dell‘inchiesta “Angeli e Demoni”. Il sindaco è stato sospeso dalla sua carica a seguito dell’inchiesta riguardante il traffico degli affidi di bambini in provincia di Reggio Emilia.

La difesa del sindaco di Bibbiano

Ora, attraverso una memoria presentata al gip dal suo avvocato Giovanni Tarquini, ha chiesto la revoca della misura detentiva. E al contempo ha ribadito la sua volontà di non dimettersi dalla carica di sindaco. Carletti, indagato per abuso d’ufficio e falso ideologico, ha inoltre ribadito la sua innocenza. Il sindaco di Bibbiano sostiene infatti di aver fatto la gara d’appalto per affidare i servizi all’associazione “Hansel e Gretel” senza nascondere nulla a nessuno. Per Carletti infatti, in quel caso non era necessaria una procedura a evidenza pubblica visto che si trattava di una caso di coprogettazione, legale in base ad una legge del 2008.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.