Maltrattamenti agli anziani in una casa di riposo: tre arresti

Diversi mesi di attività investigativa per accertare gli episodi dei maltrattamenti ai danni degli anziani presenti in una casa di riposo a Ragusa.

Maltrattamenti agli anziani in una casa di riposo a Ragusa
Maltrattamenti agli anziani in una casa di riposo a Ragusa

Diversi episodi di maltrattamenti agli anziani sono stati registrati in una casa di riposo a Ragusa. La Polizia di Stato di Ragusa ha arrestato tre donne. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ragusa, hanno permesso di scoprire le violenze verbali, e fisiche, ai danni delle persone anziane.

Maltrattamenti agli anziani nella casa di riposo

L’attività investigativa è stata supportata da immagini e microspie. Il supporto audio è stato nascosto appositamente per registrare le violenze perpetrate ai danni degli ospiti della struttura. Alcuni mesi fa era giunta alla Polizia una segnalazione sull’accaduto. «Erano stati notati dei comportamenti non corrispondenti all’obbligo di assistenza a favore di anziani all’interno di una casa di riposo. Sentivano urlare nei confronti di alcuni malati, quindi si sono recati presso gli uffici della Squadra Mobile trovando immediatamente chi li ascoltava».

Diversi mesi di indagini, con tanto di appostamenti, controlli e attività di osservazione. Le prove a carico dei tre assistenti sanitari sono state inequivocabili. Le donne spintonavano e deridevano gli anziani ogni giorno invece che prendersi cura dei soggetti vulnerabili.

Insulti di ogni tipo

Diversi gli insulti registrati dagli investigatori: si va da “animale” oppure “capra” per finire a “puzzi come una bestia” e “mi fai schifo”. I maltrattamenti consistevano in pesanti umiliazioni conditi da schiaffi, violenze e strattonamenti. Una delle indagate si sdraiava persino sopra un’ospite della struttura pur di non farla alzare.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.