Consip, respinta la richiesta di archiviazione per Tiziano Renzi

E' stata respinta dal gip di Roma la richiesta di archiviazione avanzata dal legale di Tiziano Renzi nell'ambito dell'inchiesta Consip

Consip, respinta la richiesta di archiviazione per Tiziano Renzi
Consip, respinta la richiesta di archiviazione per Tiziano Renzi

Nuovo passo nell’inchiesta Consip, con la decisione da parte del gip di Roma Gaspare Sturzo di respingere la richiesta di archiviazuone per Tiziano Renzi, padre dell’ex Premier Matteo. Renzi resta accusato di traffico di influenze illecite in uno dei filoni dell’inchiesta.

Le richieste di archiviazione per l’inchiesta Consip

La richiesta era stata avanzata lo scorso 25 ottobre dai pm di Roma, ma Tiziano Renzi resta indagato formalmente. “No” secco anche per le richieste di archiviazione che riguardano alcuni indagati tra cui l’ex Ministro dello Sport Luca Lotti e l’ex parlamentare Pd IOtalo Bocchino, insieme al Generale dell’Arma in Toscana, Emanuele Saltalamacchia e agli imprenditori Carlo Russo e Alfredo Romeo. Nulla da fare nemmeno per l’ex Ad di Grandi Stazioni, Silvio Gizzi, l’ex ad di Consip Domenico Casalino e il dirigente Francesco Licci.

Il commento del difensore di Tiziano Renzi

“Per noi non esistono giudici buoni o giudici cattivi; tutti i giudici meritano rispetto in quanto tali, così come meritano rispetto le loro decisioni” spiega il difensore di Tiziano Renzi, Federico Bagattini. Ci difenderemo il 14 ottobre, giorno in cui è fissata la camera di consiglio, “e confidiamo di far cambiare idea al gip dopo aver chiarito certi passaggi, in modo che possa rivedere la richiesta di archiviazione e condividerla”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.