Scrive “amministrazione ridicola ” e la Municipale pretende una lettera di scuse

Un commento social, con la scritta "amministrazione ridicola", ha comportato l'intervento della Polizia Municipale con tanto di scuse.

Commento social contro l'amministrazione
Commento social contro l'amministrazione

Ha dovuto scrivere una lettera di scuse al sindaco, dopo che la Polizia Municipale l’aveva convocata a seguito di un suo post in cui definiva l’amministrazione che stava rifacendo la segnaletica orizzontale “ridicola”. Ma ancora più ridicola, ridicola ed occhieggiante alle repubbliche delle banane, sarebbe stata la reazione dei Vigili urbani a servizio di quell’amministrazione, che avrebbero convocato la cittadina “colpevole” e le avrebbero ingiunto di mettere nero su bianco le sue scuse.

Accuse all’amministrazione, interviene la Municipale

La paradossale vicenda arriva da Peschiera Borromeo, che non è comune piccolissimo, né comune del sud, dove un certo “luogocomunismo” vorrebbe la gestione locale della cosa pubblica legata ad un certo esercizio del potere a metà fra democrazia e tirannide benevola. Il commento, la donna lo aveva postato sulla pagina Facebook del comune a corredo della nota in cui si annunciava il rifacimento delle strisce pedonali.

Memore di una situazione viaria in cui le buche l’avrebbero fatta da padrona, la signora aveva tradotto in motto salace e polemico il suo disappunto, a bene vedere esercitando un diritto di critica che parrebbe esser rimasto nel recinto del lecito. Ma non era così: dopo qualche giorno una pattuglia della Municipale lha convocata e invitata a raggiungere il comando senza darle menzione del motivo. Arrivata in sede la donna si è sentita dire dal comandate che doveva “scrivere una lettera di scuse al sindaco”.

Il post cancellato

La donna “abbozza”, ottempera e il post viene cancellato, ma la notizia trapela grazie al sito 7giorni.info e i commenti iniziano ad arrivare a valanga, commenti su quella vicenda che pare presa paro paro dalle storie texmex in cui le polizie tengono il tallone ben calcato sulla nuca dei poveri cittadini campesinos coi mariachi a fare da sfondo. Pare che il sindaco comunque non sapesse nulla dell’accaduto e che il capo della Polizia abbia agito “d’ufficio e secondo prassi”.

Quale prassi lo sa solo lui, che si è affrettato a precisare che il commento (introvabile online però) era corredato da affermazioni molto più forti. Mettendosi in scia a questo paradosso e giocando di iperbole, non osiamo pensare cosa capiterebbe a chi, da quelle parti, fa il blogger.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.