Omicidio Gabriel, il referto dell’autopsia arriva in Procura

L'esame autoptico, riguardante l'omicidio del piccolo Gabriel Feroleto, è stato depositato in Procura. In corso tutti gli approfondimenti del caso.

Omicidio Gabriel
Omicidio Gabriel


Omicidio del piccolo Gabriel Feroleto nel Frusinate, depositata in Procura a Cassino la relazione sull’autopsia del corpicino. Nelle pieghe di quelle pagine è celata la verità sull’ora e sulle dinamiche dell’uccisione del bambino di soli due anni per la quale sono in carcere sua madre e suo padre. Gabriel Feroleto venne ammazzato lo scorso 17 aprile a Volla, una zona periferica di Piedimonte San Germano, piccolo centro a nord della città benedettina di Cassino. Dopo un maldestro tentativo di sviare le indagini attribuendo la morte del piccolo ad un fantomatico investimento stradale la madre, la giovane Donatella Di Bona, crollò ed ammise di aver ucciso lei il piccolo.

Omicidio Gabriel Feroleto, le novità sul caso

Dopo 24 ore venne fermato anche il padre, Nicola Feroleto, compagno di Donatella e si delineò un quadro al contempo torbido e sfuggente. Il bambino sarebbe stato ammazzato perché “disturbava”, con i suoi pianti, le copule della coppia. Quest’ultima, dalle rispettive celle, aveva iniziato a rimpallarsi le responsabilità materiali nel delitto. Ritrattazioni, accuse reciproche, interrogatori fiume ma confusi, versioni aggiuntive, negazioni e quant’altro. Proprio in quel contesto si è andato ad inserire l’atteso deposito presso gli uffici giudiziari cassinati di Piazza Labriola del referto autoptico sulla salma di Gabriel.

Gli esami e i risultati

Quelle risultanze tanatologiche serviranno agli inquirenti a stabilire particolari fondamentali. Tra questi figura l’ora e le cause della morte del bambino, apparentemente ucciso per asfissia meccanica, cioè strangolato. Da quei dati scaturiranno poi elementi procedurali concreti per l’attribuzione empirica del delitto. Quei documenti medico legali sono ora a disposizione anche delle difese, rappresentate dagli avvocati D’Anna per Feroleto, Cucchi e Prospero per Di Bona. In campo anche i criminologi con incarichi di consulenza Bruzzone per il padre e Lavorino per la madre.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.